Cosa accadrebbe se Encelado impattasse Marte, be probabilmente ci sarebbe la formazione di una nuova terra. Infatti Encelado del diametro di 550 km una volta che colpisse Marte fonderebbe il ghiaccio in esso contenuto. Lentamente si svilupperebbe la vita con un nuovo oceano. Marte è molto più grande 

La cosa è rivoluzionaria mai prima d'ora si era pensato che il sesto satellite di Saturno potesse portare la vita su Marte. Ora il pensiero per i nostri esperti è quello di vedere come far cambiare l'orbita di Encelado e metterlo in collisione con Marte. Come in un gioco di bigliardo. Probabilmente un esplosione nucleare di antimateria potrebbe spostare l'orbita di Encelado.

Molti pensano che dopo Marte ci sia Giove invece c'è Vesta e Cerere.

Vesta e Cerere si trovano vicino alla fascia degli asteroidi principale (in inglese detta asteroid belt= cintura di asteroidi)

Dopo Cerere c'è Callisto che è la luna più lontana di giove

Poi più vicino a Giove c'e Ganymede , Europa e infine il più vicino è IO

Dopo Giove arriva Saturno con le sue molte lune 62

Quì verranno messe le principali

Dopo Dione c'è Rhea

Le nove lune di Saturno conosciute prima dell'uso della fotografia astronomica fino alla fine del 1800.

Dopo Saturno viene Urano il quale ha 27 satelliti naturali sotto nell'immagine alcuni di essi non sono in ordine di distanza da urano

Nettuno viene dopo urano e ha 15 satelliti naturali

L'immagine sotto ne mostra alcuni non in ordine didistanza da Nettuno

L'ultimo Pianeta è Plutone prima della fascia asteroidale di Kuiper nella quale orbitano altri pianeti.

L’asteroide più grande che sia passato, e che passerà ancora, così vicino alla Terra da essere considerato come un pericolo potenziale si chiama Toutatis. Nel 2004 questo oggetto spaziale è arrivato a circa un milione e mezzo di chilometri da noi, cioè 4 volte più lontano della Luna. Nel 2012 è ripassato, ma a 18 volte la distanza della Luna. Toutatis è un oggetto di forma allungata che ha un diametro stimato tra i 2,5 e i 5 chilometri, a seconda del lato preso in esame. Il meteorite che cadde 65 milioni di anni fa e che si pensa che abbia contribuito a provocare l’estinzione dei dinosauri poteva avere, secondo gli scienziati, un diametro di circa 10 chilometri, cioè il doppio. La Terra “saluta” l’asteroide 2018 GE3, il più grande passato vicino a noi.

Gli astronomi distinguono tra asteroidi (o oggetti) vicini alla Terra (in inglese Nea, Near Earth Asteroid, oppure Neo) e asteroidi potenzialmente pericolosi, come spiega il sito della International Astronomical Union . I primi sono quelli che hanno un’orbita che li porta ad una distanza da noi che non superi del 30% la distanza della Terra da Sole, cioè che si avvicinino ad almeno 45 milioni di chilometri. Il più grande oggetto conosciuto di questo tipo è stato chiamato Ganimede e ha un diametro di oltre 30 chilometri. Ne sono stati osservati più di 18 mila ma la popolazione di Nea di grandezza superiore ai 40 metri potrebbe essere di 300 mila asteroidi mentre quelli grandi più di un chilometro sarebbero circa mille. Gli asteroidi potenzialmente pericolosi passano molto più vicini: hanno un’orbita che li porta a meno di 20 volte la distanza che ci separa dalla Luna, cioè appena 7,5 milioni di chilometri. Per essere classificati come potenzialmente pericolosi devono anche avere un diametro di almeno 140 metri. Il più grande di questi è appunto Toutatis. Negli ultimi anni sono stati registrati tra 50 e 60 asteroidi passati a una distanza inferiore a quella della Luna.

Esiste una lista che include oltre 1800 asteroidi potenzialmente pericolosi , classificati in base all’anno di scoperta, a partire dall’asteroide battezzato Apollo e individuato nel 1932. Dalla lista si vede bene come il maggior numero di scoperte risalga agli ultimi anni, grazie alle tecnologie sempre più potenti. Tuttavia, la Nasa stima che ci siano circa 300.000 asteroidi più grandi di 40 metri che potrebbero causare danni e che risultano difficili da individuare prima che si avvicinino.

 Quanto tempo impiegano i pianeti del nostro Sistema Solare per orbitare attorno alla loro stella (in mesi terrestri)? Giove: 142 mesi; Marte: 23 mesi; Mercurio: 3 mesi; Nettuno: 1978 mesi; Plutone: 2976 mesi; Saturno: 354 mesi; Terra: 12 mesi; Urano: 10008 mesi; Venere: 7 mesi.

L'asteroide in assoluta più pericoloso è Apophis che transiterà indicativamente il 13 aprile 2029 alcuni giorni prima o alcuni dopo. A 13000 km dalla terra.